chiudi


Google+

Ultimi Articoli

Terme Accessibili in Slovenia

3
12
settembre

Vi riportiamo oggi un racconto di una nostra cara amica, Valentina, che ci parla della sua esperienza in Slovenia.

Eccomi di ritorno da una tre giorni alle terme di Čatež, in Slovenia. La consiglio vivamente è il più grande villaggio della salute Sloveno, un’oasi di pace, verde e relax in cui tutti comprese noi persone con disabilità possiamo sguazzare tranquilli, infatti sono previsti anche programmi riabilitativi specifici da studiare con il medico, per chi ha traumi da incidenti stradali, malattie degenerative, osteoporosi ecc. Da unirsi a bagni in piscine con acqua termale calda 365 giorni l’anno cosa che ignoravo essendo partita per puro svago.

terme in slovenia

terme accessibili slovenia

Vi sono piscine esterne con acqua calda termale con scivoli e attrazioni per bambini di ogni età dai neonati ai più grandiceli, a cui si ha accesso illimitato . Una piscina è provvista di sollevatore per disabili e inoltre vi sono miriadi di piscine interne con idromassaggio termale, saune, bagni turchi etc etc. Se si vuole accedere a tutte le piscine ce la si può fare con l’aiuto di un accompagnatore e di personale disponibilissimo. Come in ogni resort termale potete trovare molte offerte di benessere, come massaggi plantari, linfodrenanti, antistress il tutto effettuato su comodi lettini regolabili in altezza adeguati per chi ha delle difficoltà di movimento.

Vi sono infine campi da golf, tennis, basket, un percorso da poter effettuare in bici.

Oltre a varie offerte di hotel presenti nel villaggio termale Čatež ( hotel terme, hotel Čatež, hotel troplice, ) che vanno dalle 3 alle 5 stelle, vi è la possibilità di trovare appartamenti oppure il villaggio indiano e quello dei pirati. Il villaggio indiano, consiste in 25 tende indiane (tee-pee), ognuna con quattro letti, per vivere da veri indiani: andare in canoa sul lago, trascorrere il tempo libero nel parco.

Il Golfo dei Pirati è il posto ideale per le vacanze avventuriere. Il complesso di 20 casette galleggianti è sito sul lago artificiale ed è collegato con la terraferma tramite il ponte di legno. Le casette sono costruite coi materiali naturali creando così una sensazione del tutto familiare, mentre il terrazzo in legno con una incantevole vista sul lago offre il relax totale ed il piacere della vita all’aperto. Ogni casetta è adatta per 4-5 persone.

Il Golfo dei Pirati trovasi nelle vicinanze immediate del Villaggio Indiano, del Campeggio, degli appartamenti e della Riviera Termale Estiva ed è adatto alle famiglie con bambini, coppie romantiche, e per tutte le persone alla ricerca delle vacanze un po’ insolite.

L’arredamento delle casette galleggianti:

  • dimensioni: 5m x 5m
  • angolo cottura, mini-frigorifero
  • letto matrimoniale con un letto supplementare ed un letto a due piazze soppalcato
  • terrazzo in legno con un tavolino e delle sdraie

I sanitari nelle vicinanze del complesso. I nodi sanitari sono atrezzati di categoria 5* e dotate di lavastoviglie, lavatrice ed essicattore.

Non adatto a tutte le disabilità.

bagno

doccia

Tutto ciò tutto a modiche cifre una bellissima esperienza che rifarei assolutamente.

Valentina Boscolo.

Ci teneva a sottolineare che il bagno non ha maniglioni e sedia nella doccia e che ha faticato non poco per avere uno sgabello.


Amore senza barriere: viaggio in Inghilterra

3
9
giugno

Rolando è un ragazzo tetraplegico, che per amore se n’è venuto fin qui da solo, superando oltre alle barriere architettoniche, quelle dell’inglese e quindi della comunicazione.

amore e disabili

E’ partito dall’aeroporto di Venezia Treviso, dove era stato accompagnato. Come la maggior parte degli aeroporti (se non tutti) era accessibile ed aveva un servizio assistenza disabili, che prevedeva, come ben sapete, l’accompagnamento e la sistemazione sull’aereo. L’arrivo a Leeds prevedeva lo stesso servizio d’assistenza (se non fosse stato che per un errore di comunicazione tra hostess di volo e assistenti di terra lo avevano dimenticato 20 min sull’aereo. povero.. eh eh), con accompagnamento fino alla macchina (nel caso se ne avesse una), bus o taxi.

Io sono andata a prenderlo lì e per raggiungere Hull abbiamo preso il pullman 757 che collega l’aeroporto alla stazione, con posto riservato a disabili e rampa (si dovrebbe avere un certificato che rilasciano in uk, ma se spieghi che sei italiano e hai la 104 o semplicemente riconoscono la tua condizione, non ti fanno pagare.. a volte non ho pagato neanche io come accompagnatrice, ma questo dipende dalla simpatia dell’autista).

Da Leeds stazione abbiamo preso il treno per Hull. Anche questo con rampa posti riservati. I tizi consigliano di prenotare prima in modo da essere preparati all’assistenza e verificare che ci sia la disponibilità, ma noi non avevamo mai prenotato (incoscienti) e abbiamo trovato comunque persone molto gentili e disponibili che ci hanno aiutato (anche se si era fatto complicato quando una volta c’era un altro disabile e una bicicletta -che va nello stesso scompartimento- )

Arrivati ad Hull io avevo prenotato un albergo abbastanza economico, L’IBIS (38 pounds a notte una camera matrimoniale), che si trova a meno di cinque minuti a piedi dalla stazione (di alberghi accessibili ce ne sono diversi, uno anche attaccato alla stazione, ma era più caro). Cosa molto interessante, all’uscita della stazione ci sono i classici taxi inglesi, alcuni hanno il simbolo da disabile e infatti mantengono le stesse caratteristiche dei taxi tradizionali, ma hanno una rampa per facilitare l’accesso in carrozzina (quindi non siete esclusi dalla tradizionale corsa nel taxi inglese)

L’albergo ha 2 camere per ogni piano destinate ai disabili. L’ascensore ha un touch screen molto sensibile, ma, cosa proprio non intelligente (per chi non ha l’uso delle mani) l’accesso in camera avviene strusciando la carta magnetica.

La nostra stanza era abbastanza spaziosa (non tutte erano uguali), ma forse per le carrozzine più larghe non era il massimo. Divertente il fatto che ci fosse uno spioncino ad altezza disabile, ma nn abbiamo capito se era stato fatto apposta per disabili o per i guardoni (dato che se anche un disabile guarda non può riconoscere qualcuno in base al pacco che ha).

Il bagno aveva i maniglioni, a detta di Rolando un pò bassi, ma quelli affianco alla doccia si alzavano se non ci facevi pressione e non era il massimo. Il seggiolino per la doccia era abbastanza largo (in altre stanze aveva anche un buco sotto), ma il gabinetto era troppo a ridosso del muro e non aveva la classica forma, quindi era un po’ difficoltoso da usare..

Hull non è una grande città, ma la maggior parte delle attrazioni sono gratuite e a parte qualche casa di scrittore e un museo di dinosauri tutto era agibile e gratuito. Hull ha una caratteristica caccia al tesoro per turisti, in cui si cercano delle orme di pesce sul pavimento, e seguendole visiti tutta la città.. Purtroppo la città vecchia è piena di san pietrini, quindi poco accessibile, ma l’ufficio informazioni, che sta proprio al centro, offre dei percorsi alternativi (al massimo si perderà qualche pesce per strada).

L’albergo offre un servizio ristorante aperto 24/7 ma anche molti posti sono agibili tipo Stanley’s brasserie (andateci di giorno perchè di sera i prezzi raddoppiano), che è sulla strada dall’albergo alla stazione o Zest che è in Newland avenue (zona universitaria, un po’ fuori dal centro) dove fanno una pizza a volte migliore di quella italiana. I pub più vecchi di solito hanno gli scalini, ma è facile trovarne di accessibili. P.s. mangiate presto perchè il centro alle 20.00 muore.

Ad hull c’è il DEEP che è un acquario… questo ha l’accesso per disabili (che pagano, l’accompagnatore no), ma ha molte stradine in discesa quindi va bene se si ha qualcuno con braccia forti (io non sembra ma sono una piccola braccio di ferro) o la carrozzina elettrica. All’interno ci sono parti con scalini, ma basta chiamare un tipo che vi accompagna su un piccolo montacarichi (che loro chiamano ascensore) e nessuna parte vi sarà preclusa.

Antonia e Rolando.

hotel accessibile


Il Meridiana Hotel a Taormina Accessibile a Disabili

2
23
marzo

Uno dei luoghi più belli d’Italia e del mondo: Taormina. Oggi per il Turismo Accessibile a tutti vi presentiamo un Hotel Accessibile a Disabili a Taormina. E’ il Meridiana Hotel di cui vi diamo dettagli e foto grazie alla collaborazione preziosa dello staff.

meridiana hotel taormina

Il Meridiana Hotel Taormina è immerso in uno degli scenari più affascinati della Sicilia, l’incantevole ed esclusivo panorama, le numerose bellezze artistiche e naturalistiche presenti nel territorio, la quiete ed il relax sono le premesse per una vacanza indimenticabile.

La struttura è posta a 100 metri sul livello del mare, poco distante dal centro di Taormina e dal famoso Teatro Greco Romano, perfettamente incastonata nel paesaggio di cui rispetta la naturale armoniosità che rendono Taormina una delle tappe obbligate per le vacanze in Sicilia.

L’albergo, sviluppato su due piani è di nuova costruzione, tutte le camere sono panoramiche e con vista sul golfo di Taormina GiardiniNaxos; ognuna è dotata di terrazzo attrezzato per godersi momenti di piacevole relax.

Al secondo piano, in un elegante terrazzo panoramico è possibile gustare la colazione.

Nel terrazzo al primo piano invece, si possono trascorrere piacevoli momenti di lettura.

Accessibilità:

Una delle camere Superior è riservata ai diversamente abili, con letto matrimoniale, letto aggiuntivo e bagno e terrazza attrezzati a norma di legge.

Il Meridiana Hotel non ha barriere architettoniche perchè è dotato di comodi scivoli che dall’esterno arrivano sino all’interno della struttura, ove si trova un grande ascensore accessibile alle sedie a rotelle.

La stanza accessibile e attrezzata per disabili, maniglioni, seggiolino in doccia:

hotel meridiana

Il Meridiana Hotel Taormina ha un suo punto di forza particolare che risiede nel contenimento dei consumi grazie a particolari accorgimenti sia nell’involucro edilizio che ha tenuto conto delle più severe normative antisismiche con un’ attenta progettazione ed uso di materiali ecologici, che nella gestione degli impianti e nell’utilizzo di energie rinnovabili come quella derivante dall’impianto fotovoltaico e solare termico per la produzione di energia elettrica ed acqua calda che consente di risparmiare oltre il 50% dell’energia necessaria al funzionamento delle caldaie per riscaldamento dell’acqua sanitaria. Tutto ciò ci consente di identificarci come Hotel Ecocompatibile.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:

Meridiana hotel taormina – Via madonna delle grazie, 1/bis

Tel: +39 0942.625616 Tel 2: +39 0942.626228 – Fax: +39 0942.624640

E-mail: info@meridianahoteltaormina.com

Web: www.meridianahoteltaormina.com


Una grande dimora nel Salento resa accessibile a disabili

28
febbraio

Nel cuore del Salento, a Specchia (LE), uno dei 100 borghi più belli d’Italia, distante pochi minuti da splendide spiagge sullo Ionio ed ugualmente vicina a selvagge scogliere sull’Adriatico, sorge Residenza De Donno, ideale punto di partenza per vivere il mare del Salento.

Dal restauro di una grande dimora signorile a pochi passi dal centro storico, sono stati creati quattro appartamenti climatizzati di cui uno (lilla) specificatamente studiato per ospiti diversamente abili.

Vediamo alcune foto, tra cui il bagno accessibile con maniglioni e doccia con seggiolino:

bagno e stanza accessibile

La struttura dispone, tra l’altro, di un grande giardino privato con parcheggio interno, lavanderia attrezzata ed ogni altro confort.

Per prenotazioni e ulteriori dettagli:

  • Maggiori informazioni direttamente sul sito www.alsalento.it o dai proprietari al nr. 333 4422866 o 0547 601745

n.d.r.

Ringraziamo lo Staff per la disponibilità e la collaborazione.


Roma Accessibile: il racconto di Claudio e Anna

7
gennaio

I nostri amici Claudio (disabile con carrozzina elettrica) e la sua fidanzata Anna sono stati a Roma. Ecco il loro racconto.

Ciao sono Claudio e sono andato in vacanza a Roma all’hotel Medici in via Flavia 96 in zona Porta Pia con Anna la mia fidanzata. Io e Anna siamo andati con la mia macchina attrezzata di pedana elettrica e la mia carrozzina anch’essa elettrica. Ha guidato lei e per la mia stella è stato un viaggio, a ragione faticoso.

Passo subito a dire che scegliere l’albergo è stata abbastanza facile da un certo punto di vista a livello di accessibilità, infatti ho dei link che posto immediatamente che contengono alberghi adatti ad ospitare persone disabili, tuttavia da esperienza personale è meglio scrivere e chiedere delle informazioni dettagliate sull’accessibilità. In tal senso e i dipendenti dell’albergo sono stati molto chiari già in fase di prenotazione dicendomi chiaramente che la carrozzina elettrica non poteva salire in ascensore perché era piccolo e ci entrava solo una carrozzina manuale standard. Dopo che mi hanno rassicurato tramite mail che potevo caricare la mia carrozzina nell’hall del hotel, prenoto. Decidiamo di utilizzare l’auto mia dotata di di pedana elettrica per caricare i bagagli e la mia carrozzina anch’essa elettrica. Decisione presa da me perchè non sapevo come raggiungere l’albergo con i bagarli. Infatti io mi sarei mosso autonomamente con la carrozzina elettrica ma Anna avrebbe dovuto portare i bagagli miei e suoi in strada da Temini a Porta Pia cosa che a mio avviso era troppo scomoda per il mio tesoro. Infatti sapendo che a Roma era impossibile usare i mezzi pubblici per numerosi inconvenienti con le pedane, ho preso questa decisione. Con il senno di poi, se dovessi tornare a Roma userei il treno e chiamerei dei pulmini per muovermi in città.

Ora passo a descrivere l’hotel dal punto di vista dell’accessibilità e del personale:

Per entrare in hotel c’è un gradino di 2cm che si supera agevolmente (vedi foto sottostante) e 2 porte in legno piuttosto pesanti che qualcuno deve aprine, nel mio caso è stata Anna ad aprirle.

Per accedere all’ascensore c’è una salita facile da superare, ecco la foto:

Purtroppo l’unica foto dell’ascensore è venuta mossa ma garantisco che una carrozzina manuale ci sta dentro.

A questo punto spendo 2 parole sul personale dell’hotel che è molto simpatico e disponibile ad aiutate in tutte le esigenze, da quelle normali (tipo trovare un ristorante dove mangiare) a quelle un po’ più specifiche (come per esempio mettere sotto carica la carrozzina elettrica durante la notte), come potete vedere dalla foto sottostante:

La sala della colazione era inaccessibile per via di alcuni gradini che ne impedivano l’accesso tuttavia a noi ci hanno portato la colazione in camera tutti i giorni senza farci pagare nulla per il servizio. Se non faceva tanto freddo c’era anche l’alternativa di farci portare la colazione nel giardino dell’albergo, noi per comodità come ho già detto, abbiamo optato per la colazione in camera :-).

L’unica camera attrezzata per i disabili di questo hotel è la 112 ed larga con un bagno altrettanto largo. Come noterete ci sono 2 maniglioni per il water e 2 per la doccia, un maniglione è predisposto intelligentemente tra il water la doccia ed è condiviso per entrambi i servizi. L’impianto doccia non ha il gradino, per cui è accessibile e in bagno c’è anche uno sgabello in plastica per sedersi e fare la doccia, nella foto è lo sgabello dove Anna ha messo su il suo beauty rosso.

Come dicevo la camera è molto grande e ecco qui alcune foto che rendono l’idea, questa è la porta d’ingresso:

Questo è il letto matrimoniale piuttosto largo e alto in modo che è più facile essere messo su una carrozzina per chi usa la carrozzina manuale. Io l’ho trovato comodo perchè era sufficientemente alto per alzarmi da solo:

E infine la distanza tra il letto matrimoniale e il bagno che rende l’idea della grandezza della camera, si gira tranquillamente con la carrozzina manuale.

L’hotel lo consiglio per i disabili che sono in carrozzina manuale o chi come me cammina in casa e usa la carrozzina elettrica per spostarsi in strada.

Claudio e Anna

n.d.r. Fine prima parte…nel prossimo articolo leggeremo di come si sono spostati in città…


Vacanze in Alto Adige Accessibili: Il racconto di Betta

1
3
settembre

Alto Adige Accessibile a Disabili. Agriturismo Accessibile. Leggiamo il Racconto di Betta.

Ciao vi vorrei raccontare le vacanze che ho appena trascorso con la mia famiglia in Alto Adige. Noi abbiamo deciso di soggiornare all’agriturismo Bichlerhof che si trova a Montassilone (pochi km da Brunico). La nostra scelta è ricaduta su questo agriturismo in quanto più economico rispetto ad un altro hotel in Alta Badia che avevamo precedentemente notato. L’agriturismo è facilmente accessibile con la possibilità di lasciare l’auto in prossimità dell’ingresso e da lì si può raggiungere ogni piano con l’ascensore in cui si entra comodamente con la sedia. L’appartamento è totalmente accessibile con le camere molto grandi, la doccia è priva di gradini o rialzi e dentro è attrezzata con maniglioni e seggiolino. Purtroppo il water non aveva sostegni e per i miei gusti era un po’ basso così come il letto, ma ognuno ha i suoi gusti!!

esterno agriturismo

Nell’agriturismo c’è anche la stalla con tanti animali di razze particolari (gioia della mia bimba!!), la stalla è accessibile anche se la strada per raggiungerla è un po’ in pendenza (brivido!!) ma volendo si può uscire da piano di mezzo e passare dall’erba per evitare il dislivello, al piano più basso invece ci sono un po’ di giochi per bambini, io però non mi sono fidata del gradino fra marciapiede e prato per paura di cappottare (in quel momento ero sola!) però se aiutati è semplice.

Il panorama da lassù è fantastico, però se qualcuno ha difficoltà a respirare l’alta quota potrebbe dare un po’ d’affanno! ma passiamo alle cose divertenti non potendo fare grandi passeggiate e visto che il maltempo non ci dava tregua ci siamo sfogati su cibo e shopping! a Rio Mulino (4 km da lì) c’è un alberghetto con ristorante dove si mangia benissimo e si spende pochissimo, il ristorante è accessibile senza gradini però il bagno non è attrezzato, raggiungibile senza gradini ma la porta è stretta, il water basso e la stanza piccola.

Ad Amaten qualche km più giù c’è una piccola gasthof, che però ci ha ingannato!! la rampa per accedere è ripidissima quindi ci sono volute 3 persone per issarmi su togliendo il poggia-piedi. Il ristorante è delizioso e si mangia bene, solo che mentre l’albergo è 1 stella il ristorante è gambero rosso quindi con cifre ben sopra la media! il bagno è al di sopra di una ripidissima rampa di scale…

Nelle vicinanze si trovano le piramidi di terra, un monumento naturale che cambia con il tempo poichè è il prodotto delle frane e degli effetti dello scioglimento della neve, per le persone “normali” o per gli audaci su quattro ruote ci si arriva con un percorso tutto asfaltato ma un po’ ripido lungo 4 o 5 km. I disabili però hanno il permesso di fare il percorso in auto. Una volta arrivati su però ha iniziato a piovere quindi non posso descrivere cosa in realtà siano le piramidi di terra!!! Ai piedi della salita c’è il caffè delle piramidi, con ingresso accessibile.

Siamo poi andati a Merano ai giardini Trauttmansdorff. I giardini sono completamente accessibili ma vi consiglio di non essere soli!! Appena si entra si va al turiseum (museo del turismo) dove in questo periodo è in corso la mostra sui profumi e le puzze, molto bella ed interessante anche se i fori da cui si annusava non erano alla portata nè dei disabili nè dei bambini…ci siamo quindi arrangiati mettendo le dita dentro ed annusandoci quelle!

Sopra al castello c’è il ristorante completamente accessibile con l’ascensore compresa la terrazza dove si può mangiare osservando il magnifico panorama.

Una volta usciti dal ristorante si può scegliere di partire dal basso facendo in salita il percorso verde per poi scendere facendo arancione ecc…oppure si può decidere di partire dall’alto evitando il verde per scendere con l’arancione. Le pendenze sono dell’8% che detta così sembra poco ma in realtà la mia sedia non stava frenata sul ghiaino quindi ad un certo punto ho dovuto puntare i piedi ed aggrapparmi al corrimano!!

I bagni lungo il percorso sono accessibili, ma io pensavo fosse più semplice!! In teoria ci sono a disposizione e gratuite due sedie elettriche ma chissà perchè erano entrambe dal meccanico per manutenzione proprio quel giorno lì!!

Per quanto riguarda lo shopping segnalo i negozi Athesia, sono librerie-cartolerie-hobbysmo-giochi…insomma un po’ di tutto ed hanno sempre l’ascensore a disposizione per i disabili!!

Alla prossima

Betta

Tutte le foto, indirizzo e dettagli sull’accessibilità dell’agriturismo le trovate qui:

agriturismo Bichlerhof


Hotel Harmony a Rimini Accessibile a Disabili

1
26
maggio

Per il Turismo Accessibile non si può non pensare anche a Rimini, eccovi un Hotel Accessibile a Disabili in una delle città più movimentate dell’estate. Hotel Harmony, una breve descrizione generale:

L‘Hotel Harmony di Rimini, grazie alla sua posizione, è particolarmente indicato per vacanze turistiche e soggiorni di lavoro. L’albergo, infatti, si trova vicino al mare, a pochi passi dal centro storico e permette di raggiungere in pochi minuti la Fiera di Rimini.

L’Hotel Harmony di Rimini è aperto tutto l’anno e mette a disposizione dei suoi clienti camere elegantemente arredate, attrezzate con tutti i comfort, un solarium con vista mare e un parcheggio gratuito per auto, moto e biciclette.

Le offerte “all inclusive” dell’Hotel Harmony garantiscono vacanze rilassanti e convenienti, in uno dei migliori alberghi della città, situato in una posizione tranquilla che consente di raggiungere facilmente le principali attrazioni di Rimini e dintorni.

Lo Staff gentilmente ci ha fornito alcune foto dell’accessibilità con il bagno con maniglioni e doccia con seggiolino alla parete:

foto stanza accessibile

Per maggiori informazioni e prenotazioni:

HOTEL HARMONY 3 stelle
Via Astico 6 – Rivabella di Rimini
-Tel e Fax 0541.23100
Sito Web: www.harmonyhotelrimini.it
E-mail: info@harmonyhotelrimini.it

Note della Redazione:

Ringraziamo il portale riminirimini.com per la collaborazione nella ricerca di strutture accessibili.


My One Hotel Bologna Accessibile a Disabili

18
maggio

Eccoci a descrivere un Hotel Accessibile a Disabili nella città di Bologna che fa parte della serie di strutture della My One Hotel con cui stiamo collaborando.

foto hotel esterno

Leggiamo la descrizione generale:

L’originale facciata multicolore del MOH di Bologna, accoglie quasi subito il viaggiatore in uscita dall’A1.
La struttura si trova infatti a meno di un chilometro dal casello autostradale di Borgo Panigale e a pochi minuti dall’aeroporto Guglielmo Marconi; non lontano sia dal centro storico che dalla fiera.

Potremmo quindi definirla “la corsia preferenziale” di chi si trova in città per lavoro e deve muoversi con la massima comodità.
Ma la contemporanea vicinanza al centro storico, il design moderno e accattivante degli interni e il confort delle spaziose camere, rendono il MOH Bologna la cornice ideale di un incantevole soggiorno all’ombra di portici austeri e mistiche cupole… ma anche alla scoperta di indimenticabili ragù.

Adesso passiamo alle foto della stanza accessibile, del bagno attrezzato con maniglioni e doccia con seggiolino ribaltabile:

foto bagno

La Camera

foto camera accessibile

La Sala Colazioni

foto sala colazioni

Lo Staff con gentilezza ci ha riempito la nostra tabella accessibilità dove potete trovare maggiori dettagli su altri aspetti della struttura. La scheda si scarica in PDF cliccando QUI.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:

Viale Palmiro Togliatti, 9/2 – 40132 Bologna (BO) – Tel. +39 051 4380027 –

bologna@myonehotel.it

Note della redazione:

ringraziamo MY ONE HOTEL per la collaborazione nel farci avere il materiale richiesto dagli Hotel che gestisce.

Foto Logo


Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili
Chi siamo

“Diversamente Agibile” nasce dal presupposto che nessuno meglio di chi ne usufruisce può recensire un servizio.

In questo caso si parla di accessibilità a strutture e attrazioni turistiche in genere (hotel, bar e ristoranti, musei, ecc...).

Ecco l'idea creare questo sito/blog dove raccogliere tutte le esperienze di persone disabili, con reportage scritti, fotografici e filmati dei loro viaggi, in modo da fornire informazioni utili ad altri disabili che vogliono frequentare gli stessi posti. Ovviamente ci potranno essere anche note negative se vi sono incontrate barriere architettoniche o disservizi. La collaborazione è il cuore di questo progetto.

Inoltre le strutture stesse ci possono informare sulla propria accessibilità, offrendo però qualcosa in più della semplice segnalazione che vediamo in molti siti web...

continua a leggere

Pagina Facebook
Omaggio ai nostri Soci
La nostra visita alle cantine di Montalcino al Castello Banfi
Alle Cantine di Montalcino