chiudi


Google+

Ultimi Articoli

KALAHARI & OKAVANGO: Africa Accessibile a Tutti

21
giugno

Eccoci di nuovo a proporvi altri Viaggi in Africa Accessibili a Disabili. Oggi come da titolo andiamo in Kalahari & Okavango ricordando che il Viaggio è attrezzato con mezzi che permettono di vivere l’Africa anche se in carrozzina.

Nel corso di questo safari si soggiorna in 2 parti molto diverse del Botswana – vale a dire la Riserva Faunistica del Kalahari Centrale e il Delta dell’Okavango. Si nota subito la differenza tra la meraviglia acquatica nel lussureggiante Delta (conosciuto per la sua fauna selvatica perfettamente inserita e per i meravigliosi paesaggi) e le zone aride del deserto del Kalahari con la sua fauna selvatica e le piante che si sono adattate al clima desertico. Si passa la maggior parte del tempo in campi con grandi tende da safari completamente attrezzate. Le giornate consistono principalmente in safari nelle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio. Durante le ore più calde del giorno, ci sarà tempo per il riposo ed il relax al campo. Questo safari inizia e termina a Maun, in Botswana.

foto mezzi accessibili

KALAHARI & OKAVANGO

Durata: 12 Giorni

Programma

1° giorno: Maun

  • Arrivo all’aeroporto di Maun, incontro con la guida e trasferimento al campo tendato. Un pranzo leggero sarà servito al campo. Maun è una piccola città sul versante meridionale del Delta, scelta da molti tour operator come punto di partenza per i vari itinerari.
  • Il pomeriggio si ha la possibilità di sorvolare il Delta su di un piccolo aereo (durata del volo di ca. 1 ora). Al fine di comprendere l’aspetto geologico del Delta, nonchè vedere varie specie di animali, questa attività opzionale è altamente raccomandata.
  • Pernottamento in chalet accessibile all’Island Safari.

2° – 3° – 4° Giorno: Central Kalahari Game Reserve

  • Dopo la prima colazione, partenza da Maun, diretti verso sud per entrare nella Riserva Faunistica del Kalahari centrale. Nelle seguenti quattro notti di soggiorno nel parco si scopriranno alcuni dei misteri che circondano la vita in questa regione arida. Nel Kalahari sia piante che animali sono riusciti ad adattarsi alle condizioni climatiche. Predatori, come il leone, il leopardo, il ghepardo e la iena si possono trovare anche qui e antilopi, come orici e Springbok. La combinazione tra Kalahari e Okavango in un safari rende evidente l’importanza dell’acqua in una zona. Il Kalahari è una delle più remote e più incontaminate regioni dell’Africa, con una dimensione di 52 800 chilometri quadrati.
  • Pernottamento in tende da safari accessibili.

5° – giorno: Maun

  • Ritorno a Maun per una notte, per prepararsi alla parte di safari nell’ Okavango.
  • Nel tardo pomeriggio escursione ad una fattoria di coccodrilli nelle vicinanze (attività opzionale).
  • Pernottamento in chalet accessibile all’Island Safari Lodge.

6° giorno: Delta – Moremi Game Reserve

  • Dopo la prima colazione, partenza da Maun verso la prossima tappa – Moremi Game Reserve – situata nella parte orientale del Delta. Questa riserva si trova in una posizione ideale per la fauna selvatica. Non ha recinzioni, consentendo quindi agli animali di spostarsi liberamente nel loro ambiente naturale. Un paradiso per uccelli, animali e predatori. Il paesaggio del Moremi è un motivo sufficiente per visitare questo parco. La vegetazione rende questa zona molto speciale. In un’ora di viaggio, è possibile avvistare la prima specie che ha popolato questa zona.
  • Sosta lungo il tragitto per un semplice pranzo a base di panini e frutta, prima di proseguire verso il campo.
  • Nel tardo pomeriggio arrivo presso il campo, con tempo a disposizione prima di cena.
  • Relax attorno al falò e pernottamento in tende da safari accessibili.

7° giorno: Delta – Moremi Game Reserve

  • Prima mattina nel Delta – una rapida colazione, con caffè e biscotti intorno al fuoco al sorgere del sole.
  • Alle prime ore del mattino partenza dal campo alla ricerca di vari predatori (come il leone, leopardo, ghepardo, licaone, iena) e antilopi (come Impala, lechwe, reedbuck, tsessebe) e di altre specie come giraffe, zebre, ecc, e naturalmente anche uccelli che popolano questa zona. Gli ippopotami sono numerosi, nei corsi d’acqua e nelle lagune che compongono vaste aree del Delta.
  • Ritorno al campo per il Brunch alle 10:30 circa.
  • La prima parte del pomeriggio è volta al relax e alla lettura nel campo. Una volta che rinfresca verso il tardo pomeriggio ci si sposta di nuovo per un safari, di ritorno al campo dopo il tramonto per la seconda notte.
  • Pernottamento in tende da safari accessibili.

8° giorno: Delta – Moremi Game Reserve

  • Ripetizione delle attività del giorno precedente, che consente in un’intera giornata di osservare e comprendere la fauna selvatica.
  • Entro la fine di questa giornata viene esplorata la parte occidentale del Moremi in modo molto dettagliato.
  • Pernottamento in tende da safari accessibili.

9° – 10° – 11° Giorno: Delta – Moremi Game Reserve

  • Ci si sposta dal campo verso la zona del fiume Khwai nella parte orientale del Moremi. Gli orari quotidiani rimangono gli stessi, esplorando ed osservando gli animali nel loro stato naturale. Le grandi pianure alluvionali di questa regione forniscono pascolo per le varie specie di antilopi, che sono facile obiettivo per i predatori. Il fiume Khwai forma il confine settentrionale del Moremi, e qui è dove si trascorre la maggior parte del tempo per il safari guidato.
  • Pernottamento in tende da safari accessibili.

12° Giorno:

  • In mattinata partenza da Moremi e ritorno a Maun.
  • Il pranzo sarà servito in città.
  • All’arrivo a Maun, trasferimento all’aeroporto per la coincidenza del volo di rientro a Johannesburg.

INFORMAZIONI:

Per info e prenotazioni si prega di scrivere a questa email:

admin@diversamenteagibile.it


    Safari in Namibia: Viaggi Accessibili a disabili in Africa

    8
    giugno

    Proseguiamo con presentarvi i Viaggi Accessibili a Disabili in Africa e dopo CAPE TOWN andiamo a vivere il vero Safari in Namibia, un Safari organizzato con mezzi accessibili a disabili, un’esperienza unica nel suo genere.

    Questo itinerario è un’esperienza autentica. Vi farà scoprire le meraviglie della Namibia, dalle magiche dune di Sossusvlei fino alla bellissima città di Swakopmund e all’Etosha National Park, il Parco Naturale più importante della Namibia, con le sue depressioni palustri completamente asciutte per la maggior parte dell’anno, che dominano il centro del parco. » uno dei parchi più grandi dell’Africa, più o meno grande come la Svizzera, con migliaia di km di bush intervallati da immense pianure che ospitano una grande concentrazione di animali, come leoni, eland, elefanti, giraffe, rinoceronti e struzzi. Si vivrà un’autentica esperienza africana in lodge bellissimi, stimolati da sensazioni selvagge.

    foto namibia

    NAMIBIA LODGE SAFARI

    Durata: 12 Giorni

    Programma:

    1° e 2° giorno – Windhoek – Sossusvlei – Deserto del Namib

    • Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek. Incontro con la guida e partenza per il Namib Naukluft Park (5/6 ore) dove si trascorreranno due notti nella famosa zona di Sossusvlei, dimora delle più grandi dune di sabbia del mondo. Sveglia al mattino presto per poter assistere all’alba sulle dune di sabbia.
    • Mattinata dedicata all’esplorazione dell’aerea.
    • Ritorno al Lodge per il pranzo.
    • Pomeriggio dedicato alla visita del Sesriem Canyon.
    • Pernottamento al Sossusvlei Desert Camp o simile. (Attività opzionale: possibilità di sorvolare la zona in mongolfiera)

    3° giorno – Swakopmund

    • Si esce dal deserto del Namib per procedere verso Nord, alla volta della storica città di Swakopmund. Pranzo al sacco.
    • Pomeriggio a disposizione per l’esplorazione della città.
    • Pernottamento in Guesthouse o Hotel o campo nel deserto.

    4 giorno Damaraland

    • Ci si dirige ancora Nord fino ad arrivare nel Damaraland. Questo nome deriva dalla popolazione Damara che vive in quest’area. Gli aspetti salienti di questa regione sono le Brandberg, le montagne più alte della Namibia dove vivono i Boscimani e le famose White Ladies. Tutta questa zona è interessante per gli aspetti etnici e culturali, che scoprirete in ogni angolo.
    • Pernottamento in Lodge.

    5° – 6° – 7° e 8° giorno – Etosha National Park

    • Dopo un lungo riposo si parte dal Swakopmund in direzione Nord fino a raggiungere l’Etosha National Park dove si pernotterà per le successive notti.
    • Le giornate saranno dedicate al safari fotografico nel Parco dell’Etosha, le prime due notti nella parte occidentale del parco, le ultime nella parte orientale. Brunch in tarda mattinata sostituirà i pranzi. Durante le serate le pozze d’acqua di fronte ai campi ospiteranno, illuminate dai fari, varie specie di animali radunati per abbeverarsi. Se si è fortunati si potrà avvistare il rinoceronte nero.
    • Pernottamento in due diversi lodge nel Parco.

    9° – 10° giorno – Okanjima

    • Si lascia l’Etosha National Park proseguendo verso Okanjima, dove ha sede la Fondazione AfriCat, un’organizzazione no profit che ha come obiettivo la conservazione dei grandi carnivori della Namibia, specialmente ghepardi e leopardi. Visitando Okonjima sarete testimoni del lavoro di AfriCat; le attività includono un contatto molto ravvicinato con questi eleganti felini.
    • Ci sarà anche la possibilità di visitare alcuni villaggi boscimani, ammirare e imparare le loro tradizioni, i loro modi di vivere in un ambiente selvaggio.
    • Pernottamento all’Okanjima Lodge.

    11° giorno

    Partenza da Okonjima e ritorno a Windhoek, in tempo per la coincidenza con il volo di ritorno.

    foto mezzi accessibili

    INFORMAZIONI:

    Per dettagli ulteriori, date delle partenze e prezzi, scriveteci a questo indirizzo:

    admin@diversamenteagibile.it


    Esplora il sito

    Sponsor
    Soluzioni bagni disabili
    Chi siamo

    “Diversamente Agibile” nasce dal presupposto che nessuno meglio di chi ne usufruisce può recensire un servizio.

    In questo caso si parla di accessibilità a strutture e attrazioni turistiche in genere (hotel, bar e ristoranti, musei, ecc...).

    Ecco l'idea creare questo sito/blog dove raccogliere tutte le esperienze di persone disabili, con reportage scritti, fotografici e filmati dei loro viaggi, in modo da fornire informazioni utili ad altri disabili che vogliono frequentare gli stessi posti. Ovviamente ci potranno essere anche note negative se vi sono incontrate barriere architettoniche o disservizi. La collaborazione è il cuore di questo progetto.

    Inoltre le strutture stesse ci possono informare sulla propria accessibilità, offrendo però qualcosa in più della semplice segnalazione che vediamo in molti siti web...

    continua a leggere

    Pagina Facebook
    Omaggio ai nostri Soci
    La nostra visita alle cantine di Montalcino al Castello Banfi
    Alle Cantine di Montalcino