chiudi


Google+

Ultimi Articoli

Convegno a Firenze: Diritto alla mobilità e persone disabili

24
maggio

Sono stato invitato a questo importante convegno che si terrà Sabato 29 maggio alla Fortezza Da Basso (Sala dell’Arco) di Firenze dalle 17 alle 19 dal titolo: “Diritto alla mobilità e persone disabili”.

Lo scopo è di evidenziare lo stato dell’arte alla luce degli interventi normativi nazionali ed europei.

logo convegno

Al dibattito, aperto al pubblico, interverranno la Cisl, Trenitalia/Gruppo FS, Enac ed i rappresentanti di due importanti Federazioni delle Associazioni delle persone disabili – Fish e Fand – per rappresentare l’impegno e le iniziative messe in campo per l’implementazione della tutela di tutti i cittadini nel settore dei trasporti.

Sarà quindi un utile occasione di dibattito e confronto tra parti coinvolte a diverso titolo nella tutela dei viaggiatori, con un focus sulle attività a tutela delle persone disabili.

INTERVENTI:

Pietro Giordano Segretario Nazionale Adiconsum

Giovanni Pagano Presidente Federazione delle associazioni nazionali dei disabili – FAND

Pietro Barbieri Presidente Federazione Italiana per il superamento dell’Handicap FISH

Daniele Carrabba Responsabile Direzione Centrale Coordinamento aeroporti – ENAC

Amedeo Piva Direttore delle Politiche Sociali del Gruppo FS – TRENITALIA

Ofelia Oliva  Consulente Ecc-net italia –

CENTRO EUROPEO CONSUMATORI

Paolo Landi Segretario Generale Adiconsum

Pietro Cerrito Segretario Confederale Cisl

Modera Riccardo Cerza Segretario Generale Cisl Toscana


Viaggi in Africa Accessibili a Disabili

2
19
maggio

Oggi vi stupiremo con la possibilità di Viaggi Accessibili a Disabili in Africa. Ci sono luoghi in cui ogni essere umano dovrebbe andare almeno una volta nella propria vita e per noi, ma credo per molti, uno di questi è sicuramente l’Africa. Un luogo però che si è spesso pensato inaccessibili ai disabili o almeno molto difficoltoso, per fortuna però le cose stanno cambiando.

Oggi vi portiamo un esempio pratico di queste reali possibilità grazie alla conoscenza e collaborazione con persone che si sono prese a cuore queste località e la possibilità di renderle fruibili a tutti.

Leggiamo la loro presentazione:

impronte wilderness safari è una dinamica compagnia specializzata in safari e tours in Africa. La nostra lunga esperienza in questo continente e la nostra fiducia nelle capacità delle persone diversamente abili ci hanno invogliato a creare dei viaggi speciali per viaggiatori diversamente abili, per le loro famiglie ed i loro amici, cosi come per turisti senior. Attraverso l’Africa del sud. Siamo specializzati in safari con campi mobili in aree selvagge dell’Africa ma anche nell’organizzazione di tour safari dove è possibile soggiornare in residenze ed hotels.

Offriamo ai nostri ospiti un’esperienza di safari unica ed indimenticabile, una vera avventura africana.

La nostra disponibilità di prodotti varia a seconda della vostro grado di abilità motoria, del budget e del tipo di esperienza che desiderate fare. Il nostro esperto ed attento staff progetterà le vostre vacanze adattandole a tutte le vostre preferenze ed esigenze, in alternativa potete prenotare una delle tante partenze già sperimentate per essere un perfetto equilibrio tra avventura e relax.

Crediamo che  non sia importante il grado di invalidità che si possiede se si desidera davvero viaggiare.

C’è sicuramente qualcosa che colpisce ancor più delle parole, sono le immagini, eccone un esempio:

foto viaggi in africa con disabili

Ecco alcuni dettagli generali dei vari Tour del Sud Africa

  • partenze programmate dei tour. Ogni partenza è garantita da un minimo di 4 partecipipanti confermati
  • Tour su misura personalizzato. Soggetto a disponibilità
  • Sistemazione in letto e colazione , veicoli privati con accesso per disabili e Guida qualificata parlante inglese
  • Ingressi alle escursioni e tour giornalieri
  • Ingressi ai parchi
  • tutti i trasferimenti
  • voli esclusi
  • non ci sono restrizioni per età o tipo di diversa abilità

Per i nostri clienti che viaggiano con sedia a rotelle possiamo noleggiare veicoli con controlli al volante da compagnie di auto noleggio.

Se i clienti con sedia a rotelle possono trasferirsi in auto con sedili normali, e viaggiano con accompagnatori che desiderano guidare personalmente, organizziamo per loro un Sedan, un veicolo con uno spazio apposito dove è possibile riporre la loro sedia a rotelle (la quale deve essere di dimensioni standard e la possibilità di ripiegarla)

A Johannesburg e Durban organizziamo anche un veicolo Toyota Quantum equipaggiato con ascensore idraulico noleggiato dalla compagnia Budget (contattateci per foto ed informazioni)

Safari in  Botswana

  • partenze programmate dei tour. Ogni partenza è garantita da un minimo di 4 partecipipanti confermati
  • Tour su misura personalizzato.Soggetto a disponibilità nei parchi
  • condivisione della sistemazione in tende safari,pensione completa  (eccetto in Namibia), bevande, accesso privato a veicoli fuori strada,back up team, guida qualificata in lingua inglese.
  • game drives e attività
  • tutti i trasferimenti
  • ingressi ai parchi
  • voli esclusi
  • non ci sono limitazioni per età o tipo di diversa abilità

Nelle nostre partenze schedulate in Botswana utilizziamo la sistemazione nelle nostre tende safari all’interno dei parchi, data la scarsa accessibilità offerta dalle residenze fisse.

Per questo motivo desideriamo ricevere dai clienti più informazioni possibili a proposito della loro diversa abilità.

Safari in Namibia

  • partenze programmate dei tour. Ogni partenza è garantita da un minimo di 4 partecipipanti confermati
  • Tour su misura personalizzato. Soggetto a disponibilità nei parchi
  • self drive tour
  • Sistemazione accessibile o speciali tende safari, pensione completa base (bevande escluse durante i pasti), veicolo accessibile privato e guida qualificata in lingua inglese
  • tour giornalieri ed escursioni

In Namibia quando e dove è possibile è preferibile usare sistemazioni fisse, ma se il gruppo è grande e la richiesta di camere per paraplegici è superiore alla disponibilità offerta dagli alberghi, allora utilizziamo le tende safari.

E’ molto importante capire la logisica dei nostri Safari Mobili. Disponiamo di un back up team (letteralmente equipaggio dietro le quinte) composto da un autista, un cuoco e due o tre aiutanti di campo. Il nostro back up team parte prima e si occupa di montare il campo prima dell’arrivo dei clienti. Il nostro cuoco cucina tre pasti al giorno. I nostri aiutanti di campo tengono pulito ed in ordine il campo e sono sempre disponibili per assistere i clienti. Il back up team smantella il campone si muove verso la tappa successiva durante il nostro safari. Le nostre guide turistiche sono professionisti che vi accolgono in aereoporto o ai vostri alberghi con veicoli privati e vi accompagnano al campo per poi rimanere costantemente con i clienti durante tutto il corso del viaggio.

Dividiamo i safari in giorni di trasferimento e giorni di esplorazione

Giorni di esplorazione:

  • Partenza presto la mattina dal campo dopo un caffè con biscotti e toast.
  • Durante il game drive ci fermiamo per un caffè e te e per distendere le gambe e riposare gli occhi. Torniamo al campo alle 11e 30 per il brunch.
  • La prima parte del pomeriggio viene dedicata al riposo , alla lettura ed in giro per il campo. Quando la temperatura si rinfresca verso il tardo pomeriggio partiamo un’altra volta in game drive tornando al campo dopo il tramonto per la notte.

Giorni di trasferimento:

  • Dopo una colazione presto prepariamo il nostro veicolo con i nostri bagagli a mano, macchine fotografiche e le cose necessarie per la giornata , e cominciamo il nostro viaggio verso la prossima meta.
  • Guidiamo verso la prossima destinazione in cerca di altre opportunità per scattare bellissime foto.
  • Il pranzo in pic.nic sarà servito lungo il percorso all’ombra di un bell’albero.
  • Per raggiungere il prossimo campo potrebbe volerci mezza giornata o tutto il giorno, dipende dagli animali e dalle cose interessanti che si trovano lungo il percorso.
  • Mentre viaggiamo verso la nuova destinazione il back up team smonta il primo campo, si sposta e rimonta il nuovo campo nella nuova destinazione prima del nostro arrivo.

foto viaggi accessibili

Non credo ci sia bisogno di altre parole ma solo godersi le immagini e immaginarsi un giorno con loro in mezzo a tali bellezze naturali.

Prossimamente lo Staff di “Impronte Viaggi” ci farà avere dettagli aggiuntivo su di un pacchetto da portare in esempio. Voi potete incominciare a chiedere e se volete partecipare scriveteci che vi daremo tutti i contatti, non li mettiamo direttamente in questo articolo perchè vogliamo essere partecipi dei vostri desideri per poi condividerli.

Grazie di Cuore a Sahra

__________________

ECCO I DETTAGLI DELLA PRIMA PROPOSTA DI VIAGGIO:

Viaggio Accessibile a CAPE TOWN


My One Hotel Bologna Accessibile a Disabili

18
maggio

Eccoci a descrivere un Hotel Accessibile a Disabili nella città di Bologna che fa parte della serie di strutture della My One Hotel con cui stiamo collaborando.

foto hotel esterno

Leggiamo la descrizione generale:

L’originale facciata multicolore del MOH di Bologna, accoglie quasi subito il viaggiatore in uscita dall’A1.
La struttura si trova infatti a meno di un chilometro dal casello autostradale di Borgo Panigale e a pochi minuti dall’aeroporto Guglielmo Marconi; non lontano sia dal centro storico che dalla fiera.

Potremmo quindi definirla “la corsia preferenziale” di chi si trova in città per lavoro e deve muoversi con la massima comodità.
Ma la contemporanea vicinanza al centro storico, il design moderno e accattivante degli interni e il confort delle spaziose camere, rendono il MOH Bologna la cornice ideale di un incantevole soggiorno all’ombra di portici austeri e mistiche cupole… ma anche alla scoperta di indimenticabili ragù.

Adesso passiamo alle foto della stanza accessibile, del bagno attrezzato con maniglioni e doccia con seggiolino ribaltabile:

foto bagno

La Camera

foto camera accessibile

La Sala Colazioni

foto sala colazioni

Lo Staff con gentilezza ci ha riempito la nostra tabella accessibilità dove potete trovare maggiori dettagli su altri aspetti della struttura. La scheda si scarica in PDF cliccando QUI.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:

Viale Palmiro Togliatti, 9/2 – 40132 Bologna (BO) – Tel. +39 051 4380027 –

bologna@myonehotel.it

Note della redazione:

ringraziamo MY ONE HOTEL per la collaborazione nel farci avere il materiale richiesto dagli Hotel che gestisce.

Foto Logo


Foto e Video Borgo di Elisa

16
maggio

Di questo splendido luogo sulle colline del Mugello e del Borgo San Lorenzo in Toscana ne avevamo già parlato per il corso accompagnatori volontari ma dopo averlo visitato personalmente vi mostriamo alcune foto e video.

All’interno del Il Borgo di Elisa, in una casa ampia, accessibile, senza barriere architettoniche, confortevole e colorata si possono trascorrere dei momenti piacevoli da soli, con il partner, gli amici o un volontario dell’Associazione.

Cucinarsi il piatto preferito, sistemare la spesa nella dispensa, gestire la casa e invitare gli amici a cena: queste sono alcune delle attività che si possono sperimentare, con attrezzature, strumenti adeguati, a misura di disabile e il sostegno del personale del Pianeta Elisa.

foto appartamento borgo elisa

Sopra vedete la stanza accessibile, il bagno privato ed il bagno comune, in più si può usufruire della cucina, del salottino e ci sono altre stanze anche con letti separati singoli. Sotto altre zone del Borgo e immagini dell’ippoterapia.

foto ippoterapia

Sotto il video dell’appartamento:

L’accoglienza che si riceve, la cortesia ed il calore delle persone che lo gestiscono non si possono fotografare ma solo vivere. Ringraziamo in primis Gianna Banci, ricordiamo gli occhioni azzurri e il sorriso della figlia Elisa, la discrezione degli operatori che aiutano nel momento del bisogno e cucinano, anche bene! Ricordiamo la bella Erica, quella mattacchiona di Tiziana detta la Titti, Enzo, Claudia, Silvia e Funny

Un caro saluto a tutto lo staff.

Per informazioni e prenotazioni:

Tel. 0558456975
Cell. 3483348892
Fax. 0558468235
Email: gianna.banci@pianetaelisa.it


Affresco da “toccare”: un progetto archeologico per non vedenti a Pompei scavi.

1
16
maggio

La nostra cara amica Simona ci scrivi un nuovo articolo riguardo l’archeologia accessibile a tutti.

foto scavi pompei

A chi non piacerebbe essere catapultati nella mitologia antica, tra capricciose divinità ed eroi senza macchia e senza paura, il cui unico desiderio è quello di guadagnarsi un posto nell’immortalità? Da oggi è possibile realizzare questo tuffo nel passato, grazie ad un progetto volto a rendere accessibile gli scavi di Pompei anche per le persone disabili.

Sebbene l’area archeologica degli scavi risulti al momento inaccessibile ai visitatori disabili, non solo per le caratteristiche morfologiche proprie della città antica, ma anche per l’inadeguatezza dei servizi e per le condizioni impervie del fondo stradale, è nostro dovere segnalare che la Soprintendenza ha attuato una serie di progetti per consentire una maggiore fruibilità del sito anche per i portatori di handicap. E’ stato infatti avviato un progetto di ricerca che prevede la realizzazione di un percorso privilegiato lungo le vie della città antica – settore sud degli scavi – per tre diverse categorie di utenza: disabili visivi, non udenti e con difficoltà motorie.

Il progetto prevede una serie di interventi riguardanti essenzialmente i percorsi pedonali all’interno dell’area archeologica; per i non vedenti è stato proposto di utilizzare delle mappe tattili, corredate di scritte in Braille.

foto modello tattile

Per consentire anche ai disabili visivi la fruizione delle pitture che anticamente decoravano le pareti delle case pompeiane, è stato ideato un pannello tattile-sinestetico: un progetto che, proprio a causa della sua natura particolarmente innovativa, andremo a descrivere nei dettagli.

Permettere ai non vedenti di “vedere” un dipinto attraverso il tatto: è questo l’obiettivo della sperimentazione pompeiana. A tale scopo il famoso affresco di “Eracle infante che strozza i serpenti”, pertinente alla decorazione parietale della Casa dei Vettii, è stato reso tattilmente percepibile attraverso una trasposizione a rilievo su resina, in modo tale, però che si possa toccare solo una porzione degli oggetti rappresentati e si debba perciò ricostruire il resto mentalmente.

La soluzione tattile non è ovviamente disponibile per il colore, che è una qualità esclusivamente ottica. Per rendere questo aspetto, è stata sfruttata la “sinestesia” il fenomeno per cui, in tutti gli individui, un tipo di stimolo percettivo ne evoca spontaneamente un altro, come quando, ad esempio, diciamo che un colore è “caldo” o “freddo”, associando una percezione tattile ad una visiva. Una tipica associazione sinestetica è quella tra colori e suoni: tale associazione è stata utilizzata per il modello tattile. Per ciascun possibile colore è stato associato un suono musicale in modo sistematico: in modo tale che ad ogni variazione del colore corrispondesse una identica variazione del suono musicale.

Affinché il non vedente percepisca insieme forma e colore con questo sistema, è necessario stabilire una corrispondenza tra il tatto e il suono musicale in modo che il suono corrisponda a quello del colore del punto della forma tattile che il soggetto sta toccando in quel momento. Questo è stato ottenuto attraverso un tracciatore tridimensionale miniaturizzato che il non vedente indossa sul dito ed esplora la forma. Il tracciatore comunica istantaneamente la posizione del dito nello spazio e quindi sulla forma del quadro: alla sua posizione corrisponde un determinato colore ed istantaneamente viene prodotto il suono musicale corrispondente al colore toccato.

Grazie a questa nuova tecnologia, toccare fisicamente l’immagine di una pittura pompeiana può aiutare il visitatore disabile degli scavi a comprendere la cultura del periodo romano attraverso l’esplorazione di un’antica rappresentazione mitologica.

Simona Coppola

______________

Informazioni utili:

Competenza: Soprintendenza archeologica di Pompei.

Indirizzo: Via Villa dei Misteri, 2.

Contatti: 081.8575347.


Educational Turismabile con Noi a Varallo – Vercelli in Tour

10
maggio

Cari amici e amiche, siamo lieti di presentarvi il Tour organizzato da Turismabile a cui noi dello Staff siamo stati invitati per scoprire e raccontarvi tutto ciò che di accessibile c’è nelle città e dintorni di Varallo e Vercelli tra l’11 e il 15 di Maggio.

Ecco il programma:

foto di varallo

1°GIORNO – 11 Maggio

Tardo pomeriggio: arrivo a Varallo.

2°GIORNO – 12 Maggio

H. 09.30: passeggiata lungo l’allea della cittadina, costellata di Ville Storiche, e nelle Contrade di Varallo Vecchia

H. 11.00: Visita a Palazzo dei Musei.

H. 15.00: Partenza per il Sacro Monte di Varallo, patrimonio UNESCO dal 2003.

H. 20.00: Cena presso ristorante tipico

foto comune di vercelli

3°GIORNO – 13 Maggio

H. 9.30: partenza per Borgosesia. Visita al Museo di Archeologia e Paleontologia “Carlo Conti” (accessibile ai disabili motori e su prenotazione organizzazione di visite per non vedenti e ipovedenti).

H. 12.30: Pranzo in ristorante tipico

H. 14.30: Partenza per Vercelli.

H. 16.00: Passeggiata per il centro di Vercelli.

Cena presso ristorante tipico.

4°GIORNO – 14 Maggio

H. 9.30 partenza per Trino, per una visita all’Abbazia di Lucedio (1123).

H. 12.30 Pranzo al Ristorante “Balin a l’ostu dal Babi”.

H. 14.30 Partenza alla volta di Vercelli, per una visita al Museo Borgogna con la possibilità di visitare la mostra dedicata a Cominetti, importante pittore divisionista piemontese.

Rientro in hotel, a seguire cena presso il ristorante della manifestazione “Fattoria in città”.

5°GIORNO – 15 Maggio

H 10.00 Visita alla Mostra “Peggy e Solomon Guggenheim: le avanguardie dell’astrazione” e al termine tour in bus di 30/40 minuti offerto ai visitatori della mostra e che toccherà i punti principali della città.

logo


Enrico e Cinzia in Crociera su MSC

2
10
maggio

Riecco i nostri amici Enrico e Cinzia che ci raccontano come possono vivere una Crociera delle persone disabili in carrozzina. Leggiamo il racconto.

Una crociera con la MSC l’avevamo fatta già 3 anni fa con molta soddisfazione perciò quest’anno abbiamo voluto farne un’altra sempre con la MSC con una nave più piccola che avrebbe toccato porti diversi della precedente. La partenza da Genova prevedeva un viaggio di avvicinamento che abbiamo ritenuto opportuno effettuare in treno anche per provare il servizio che Trenitalia offre alle persone con disabilità.

Fatta la prenotazione per tempo sia per la Crociera sia per il viaggio di andata e ritorno in treno abbiamo concentrato in pochi bagagli l’occorrente e siamo partiti. Alla stazione di Vicenza il servizio di assistenza disabili (SAD) ci ha fatto salire sull’Eurostar per Milano in una zona della carrozza predisposta molto comoda e pure vicina al bagno all’occorrenza. Dopo un ora e 40 siamo arrivati a Milano dove il locale SAD ci ha trasferiti nell’Intercity diretto a Genova. In un’ora e mezza siamo arrivati a Genova prontamente assistiti dal SAD che ci ha accompagnati per un percorso tortuoso (la stazione di Genova è vecchia e sotto il livello stradale e per salire abbiamo utilizzato un montacarichi!) in superficie dove subito abbiamo chiamato un taxi che ci ha portato in albergo (Novotel Genova Ovest accessibile e abbastanza economico). L’indomani lo stesso taxi ci ha accompagnato nella stazione marittima dove subito siamo stati accolti dal personale della MSC per le procedure di imbarco sulla nave Melody (ndr: la stessa attaccata dai pirati in Somalia dell’inverno scorso).

Cinzia ed io abbiamo avuto il privilegio di salire per primi sulla magnifica nave che pur essendo una delle prime è perfettamente accessibile a differenza di alcune navi dell’altra compagnia di bandiera. Da un assistente siamo stati accompagnati nella cabina sufficientemente comoda con l’oblò e con il bagno largo e funzionale. La cabina era situata molto vicino all’ascensore e al centro della nave in modo da risentire minimamente delle eventuali oscillazioni dovute al mare mosso. In attesa dell’arrivo dei bagagli (ci vuole qualche ora) siamo andati al ristorante per il pranzo. La cucina della nave è varia e per il pranzo si può scegliere se andare al ristorante o se salire al ponte più alto dove funziona un buffet self-service. Nei giorni successivi saremmo sempre saliti al self-service sia per la varietà di scelta sia per la possibilità di ammirare il paesaggio esterno.

foto crociera

La nave è una piccola città dove funzionano diversi bar, negozi, sala giochi, casinò, palestra, sala dei ricevimenti e spettacoli, biblioteca, piscine, salotti; la Melody è più piccola della Sinfonia dove abbiamo effettuato la prima crociera non per questo è meno curata e accessibile, anzi vorrei dire che per alcuni particolari la Sinfonia (anche se meno vecchia) presentava delle difficoltà. Tornati nella nostra stanza abbiamo trovato il cabinista che ci ha sistemato i bagagli (nel frattempo arrivati) e dato alcune informazioni importanti sull’ubicazione dei vari servizi. La partenza dal porto è sempre affascinante e dal porto di Genova lo è ancor di più dato che si può ammirare il Porto Antico, la Lanterna, l’Acquario e le meravigliose strutture realizzate in occasione delle Colombiadi del 1992. Il programma di partenza era stato modificato per il mare mosso forza 7 che nonostante la mole della nave si è fatto sentire. Per la cena nel nostro tavolo eravamo assieme a una splendida famiglia di Asti con la quale abbiamo subito preso confidenza e il nostro cameriere (Antonio di Napoli) ci ha consigliato, per evitare il mal di mare, di bere pochi liquidi.

Questa è stata la nostra prima giornata sulla Melody, ne sono seguite altre 7 una più meravigliosa dell’altra toccando i porti rispettivamente di Tolone (F), Olbia, Tunisi, Catania, Salerno, Aiaccio (F) e infine Genova. Se un appunto si deve fare alla MSC questo riguarda le escursioni, nessuna delle quali era accessibile alle persone con disabilità. Poco male perchè ci siamo organizzati al momento trattando con il taxista di turno e spendendo anche meno delle escursioni organizzate; certo però che le pari opportunità non sono state rispettate e di questo ne faremo presente tramite il nostro tour operator. Chi si accontenta gode! ..e noi ce la siamo ben goduta la crociera al punto che stiamo già pensando alla prossima!

Enrico Agosti

Delegato C.I.P. Provincia di Vicenza
Presidente On. H81 VI
Presidente Co.Re.Mi. Veneto
Membro C.E.R.P.A. Italia

henryago@yahoo.it


Iniziativa del Comune di Castelfiorentino sull’accessibilità

1
6
maggio

logo comune castelfiorentino

Mappa dell’accessibilità urbana, la parola ai cittadini

Giovedì 15 aprile (ore 21.00) è stato presentato alla cittadinanza il progetto:

“Libero accesso…accesso libera tutti”

Contribuire con semplici segnalazioni o attraverso la partecipazione diretta ai laboratori alla realizzazione di una mappa sull’accessibilità urbana di Castelfiorentino. Una mappa che dovrà evidenziare i percorsi agibili alle persone con ridotta mobilità (disabili, anziani, mamme con passeggino, ecc.. ), ma anche sottolineare le eventuali barriere da abbattere, le precauzioni da adottare, gli itinerari da preferire per rendere più agevole la mobilità delle persone all’interno del territorio comunale.

Sono queste le principali finalità del progetto “Libero accesso…accesso libera tutti! Mobilità partecipata contro tutte le barriere fisiche e non…” promosso dal Comune di Castelfiorentino grazie ad un finanziamento dell’Autorità Regionale per la partecipazione della Regione Toscana e ad un contributo della Banca di Credito Cooperativo di Cambiano che è stato presentato ufficialmente alla cittadinanza giovedì 15 aprile (ore 21.00) al Ridotto del Teatro del Popolo.

Giovani, anziani, adulti, rappresentanti di associazioni e di interessi diffusi, tutti sono stati invitati a intervenire alla serata, per essere protagonisti di una azione di governo partecipata che ha pochi precedenti in Italia. In tale occasione, infatti, gli interessati possono manifestare, compilando una scheda di adesione, la loro disponibilità a collaborare alla realizzazione della mappa attraverso le modalità che riterranno più opportune.

Due le alternative possibili:

1) I Laboratori, che si terranno dai primi di maggio ai primi di giugno (3 laboratori pomeridiani della durata di 3 ore ciascuno) e che sono riservati ad un massimo di 40 cittadini, selezionati in modo casuale e rappresentativi della popolazione, portatori di interessi diffusi, soggetti diversamente abili ecc…

2) La segnalazione diretta, che può essere fatta da chiunque e in ogni momento, in relazione alle barriere architettoniche non censite o ai percorsi agibili, attraverso apposite postazioni fisse dislocate sul territorio comunale (URP, biblioteca comunale, CIAF, ecc…) e per via telematica.

Il progetto “Libero accesso.. accesso libera tutti” si presenta insomma all’insegna del felice connubio tra partecipazione, innovazione tecnologica e solidarietà sociale, con l’obiettivo di rendere i cittadini i protagonisti dell’azione di Governo.

Un ruolo che essi saranno chiamati a svolgere già a partire da giovedì: saranno i partecipanti alla serata a decidere infatti quale sarà il Logo ufficiale del progetto, scegliendo tra una selezione di 10 proposte realizzate dagli studenti dell’Istituto Superiore “F. Enriques” (indirizzo grafico-pubblicitario) visionabili dal pubblico al Ridotto del Teatro.

Per informazioni e adesioni:

Ufficio Relazioni con il Pubblico (piano terra Palazzo Comunale, tel. 0571.686341).

I moduli per iscriversi sono reperibili anche presso la Biblioteca Comunale “Vallesiana” (0571.64019), Scuola Comunale di Musica (0571.629442), Ciaf (0571.629674) oltre che sul sito www.comune.castelfiorentino.fi.it

RINGRAZIAMENTI:

Ringraziamo per la segnalazione: Alessandro Spinelli

addetto stampa

Comune di Castelfiorentino
tel. 0571-686307 347-1030958
fax 0571-686387

a.spinelli@comune.castelfiorentino.fi.it


Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili
Chi siamo

“Diversamente Agibile” nasce dal presupposto che nessuno meglio di chi ne usufruisce può recensire un servizio.

In questo caso si parla di accessibilità a strutture e attrazioni turistiche in genere (hotel, bar e ristoranti, musei, ecc...).

Ecco l'idea creare questo sito/blog dove raccogliere tutte le esperienze di persone disabili, con reportage scritti, fotografici e filmati dei loro viaggi, in modo da fornire informazioni utili ad altri disabili che vogliono frequentare gli stessi posti. Ovviamente ci potranno essere anche note negative se vi sono incontrate barriere architettoniche o disservizi. La collaborazione è il cuore di questo progetto.

Inoltre le strutture stesse ci possono informare sulla propria accessibilità, offrendo però qualcosa in più della semplice segnalazione che vediamo in molti siti web...

continua a leggere

Pagina Facebook
Omaggio ai nostri Soci
La nostra visita alle cantine di Montalcino al Castello Banfi
Alle Cantine di Montalcino