chiudi


Google+

Ultimi Articoli

Autobus Roma con Pedana per Disabili: come funzionano adesso? Video

4
4
marzo

Eccoci di ritorno da Roma, dove abbiamo registrato 3 puntate sul canale TV Sky di handiamo.it che si chiama Golden TV (trasmette su 853 e 903), prossimamente ne vedrete un paio in cui parliamo di affettività tra disabili e non disabili.

Tornando all’argomento di questo post, parliamo ancora degli autobus di Roma, quelli che dovrebbero essere, il condizionale è d’obbligo in certi casi, accessibili a disabili. Pochi giorni fa vi abbiamo fatto leggere come l’Ataf di Roma abbia promesso di rendere agibili tutte le pedane negli autobus disponibili anche a disabili, la situazione dovrebbe quindi migliorare, lo speriamo… ma com’è in questo momento? lo vediamo in questo breve video dove abbiamo provato un paio di autobus con pedana per disabili a Roma.

Visto, magari siamo stati sfortunati, magari ancora non hanno avuto il tempo di aggiustarli tutti, magari magari… ecco, magari cambiasse qualcosa!! Comunque uno accessibile lo abbiamo trovato, autobus con pedana per disabili numero 571 preso dal Colosseo verso Piazza Santa Croce di Gerusalemme dove avevamo l’Hotel di cui vi parleremo. Questa è la situazione degli autobus accessibili a Roma.

Di una cosa però non possiamo lamentarci, la cortesia nell’aiutarci dei romani 😉


A Roma nuove pedane per disabili su 6 linee

1
16
febbraio

Turismo accessibile a Roma, forse la volta buona che si possa migliorare, anche per coloro che turisti non sono e devono vivere le difficoltà dei mezzi pubblici agibili a disabili ogni giorno!

Sei linee del trasporto pubblico romano saranno dotate da oggi di pedana di sollevamento per i disabili, per un totale di 110 vetture: si tratta dei bus 81, 85, 90,170, 490 e H, per un totale di 110 vetture in servizio dal lunedì al venerdì, 88 il sabato, 55 la domenica. I nuovi bus attrezzati saranno dotati di pedane sottoposte a revisione settimanale (speriamo ndr), saranno riconoscibili grazie al logo identificativo e saranno in collegamento con la centrale operativa. Si tratta, inoltre, di mezzi a basso impatto ambientale perché bus a metano o filobus.

È quanto comunica il Campidoglio, sottolineando che si tratta di una delle misure del programma integrato promosso per agevolare la mobilità dei disabili. Fra le misure previste dal programma, c’è anche l’attivazione – dal 18 gennaio – di una task force di pronto intervento in caso di mancato funzionamento delle pedane dei bus: sono in funzione infatti 6 vetture M1 a 6 posti, attrezzate per trasporto disabili, con pedane di sollevamento per i cittadini in carrozzina, in servizio tutti i giorni, feriali e festivi, dalle 6 alle 22. Nel caso in cui su un autobus in servizio di linea si dovesse verificare il mancato funzionamento della pedana di sollevamento, l’autista contatta la Centrale Operativa Tpl e viene inviata la vettura più vicina. Le stazioni dei bus sono in piazza dei Cinquecento; piazzale dell’Agricoltura; piazza di Cinecittà; Metro B Ponte Mammolo; piazza A.Mancini; Metro A Cornelia. E il servizio resterà attivo fino a quando non sarà a regime il programma di interventi di manutenzione delle pedane degli autobus e delle infrastrutture correlate.

I veicoli del trasporto pubblico locale dotati di pedana per il sollevamento di persone con disabilità motoria sono attualmente 1.386 su 2200, il 63% del totale (solo che la maggior parte non funzionano! ndr). Un ulteriore passo per il potenziamento del trasporto pubblico sarà inoltre, informa il Campidoglio, il rafforzamento del servizio a chiamata (numero verde 800.469.540) dedicato ai cittadini diversamente abili autorizzati dal Comune di Roma.

redattore: BS

Fonti:

www.helpconsumatori.it

www.disablog.it


News su treni e disabili

13
dicembre

treni e disabili

La nostra cara Rosanna ci avvisa delle ultime news riguardo un mezzo di trasporto utile ma spesso con problemi di vario genere: il Treno.

Innanzitutto l’ Unione Europea il 3 dicembre scorso ha finalmente approvato il regolamento n. 1371/2007 del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario (che allego alla presente). Purtroppo il documento risente in modo veramente eccessivo dei contributi dei Paesi appena entrati nell’Unione, sicuramente più indietro rispetto al resto dell’Europa. La strada è molto forse troppo lunga, ancora.

Ad ogni modo è un documento ufficiale.

Sul fronte del tutto italiano, invece, le ferrovie dello stato, o meglio la divisione di Trenitalia, per una volta ci rallegrano con una mezza buona notizia, che riguarda la prenotazione dell’assistenza (che tutti noi purtroppo conosciamo). Infatti, accanto alla prenotazione telefonica, che spesso ci ha logorati con lunghe attese telefoniche, o infiniti squilli a vuoto o linee interminabilmente occupate o con operatori sgarbati e distratti, è stata aggiunta una serie di indirizzi mail ai quali poter richiedere l’assistenza, anche se con almeno 24 ore di anticipo (chiaramente per dare il tempo ad un operatore di poter leggere la posta). E questo servizio funziona, e molto bene per il momento! Poche ore dopo l’invio della e-mail arriva un sms sul recapito telefonico indicato con la conferma dell’avvenuta prenotazione, proprio come a seguito della prenotazione telefonica.

Qui di seguito indico la pagina del sito in cui trovare sedi ed indizzi email delle Sale Blu:

www.trenitalia.com – e-mail

Insomma dato che, a mio parere, Trenitalia lo ha pubblicizzato poco il servizio, gli faccio un po’ di pubblicità io.

Potete scaricare a questo link il PDF del regolamento.

Grazie di cuore a Rosanna.


Tra le disavventure dei disabili

1
1
dicembre

Cari Amici e Amiche, nel nostro sito parliamo spesso di strutture accessibili, novità riguardo viaggi possibili e tutto ciò che di positivo possiamo trovare a favore della disabilità. Abbiamo deciso di parlare di più delle informazioni positive per dimostrare che nonostante tutto in Italia qualcosa di buono si fa. Non ci dimentichiamo però di tutti gli aspetti negativi che purtroppo rimangono, delle disavventure che un disabile deve affrontare e per questo ne parliamo ogni qual volta accadono fatti da denunciare.

Il primo che raccontiamo lo scrive il nostro addetto stampa, provato personalmente:

Quando tornavo dal puntone, dove c’è stato l’incontro sulle problematiche dei disabili e porti turistici, mi sono fermato all’Area di Servizio di Campiglia M.ma perchè dovevo andare in bagno. Entro con le porte dure arrabbiate ad aprirsi, mi reco verso il WC, apro la porta e ti trovo il lavandino davanti al Water, la carrozzina che non arriva come dovrebbe arrivarci e senza manici (previsti dalla legge).

Ho fatto la segnalazione alla Resp.le che era in turno e gli ho detto che se si devono fare bagni così è meglio non farli, uno si organizza porta il pappagallo e via, stamattina alle ore 10.05 ho chiamato il n. 800069069, ho chiesto se mi presentano che gli ha fatto il progetto per dire ciò che si merita!

Ecco uno di quei casi in cui c’è poco da dire ma molto da doversela prendere.

Altra disavventura passata questa volta dal Vostro Presidente in persona, ancora Campiglia M.mma nel mezzo.

Da prima al ritorno con il treno proveniente da Pisa, dopo aver avvisato l’assistenza giorni prima, arriviamo alla stazione e l’assistenza non c’è! Da sottolineare che il controllore all’interno del treno prima di arrivare aveva ricordato che c’era un disabile d’aiutare, ma niente. Non si sa cosa sia successo, nessuno ha dato una spiegazione, alla fine per farmi scendere ho dovuto chiedere aiuto al Capo treno che prendendo la carrozzina con un collega mi ha fatto scendere. Se mi facevo male? Chi ne era responsabile?

Evidentemente non era proprio la giornata del disabile, perché le disavventure quel giorno non sono finite! Avevo anche prenotato un autobus attrezzato con pedana che mi portasse a Piombino, come ho già fatto senza problemi altre volte. Secondo Voi? Neanche quello c’era! Era presente un autobus ma non accessibile, l’autista un po’ imbarazzato chiama la centrale, mentre io gli dicevo che se non rimediavano tornavo in Taxi e mi avrebbero rimborsato. Detto ciò mi avvisa che stavano mandando un autobus in sostituzione…

Volete vedere il posto accessibile (secondo loro) nell’autobus che mi hanno inviato?

autobus non accessibile

Bello vero? Una cuccia per cagnolini penso sarebbe più dignitosa, tra l’altro l’autista si è prodigato a dirmi che il mezzo è definito accessibile. In effetti accedervi si può, ma anche il portabagagli di un’ auto è accessibile a un uomo, non credo però ci andrebbe volentieri, tra l’altro la vista sarebbe simile!

Ecco il lato buio dell’Italia…


Disabili sul Frecciarossa: treno Milano – Firenze

7
2
novembre

Ecco un breve video che documenta l’entrata con l’elevatore sul nuovo treno ad alta velocità, denominato Frecciarossa. Ovviamente è accessibile (ci mancherebbe!!) e veramente ben fatto al suo interno, spazio ampio, comodi piccoli tavolini pieghevoli con presa elettrica sotto, silenzioso e chiaramente molto veloce, anche se a bordo non si nota.

Bello vero? fossero tutti così, ma purtroppo non lo sono e sappiamo bene che questa tipologia di treni per adesso è un’eccezione.


Tecnologia al servizio dei disabili e Trenitalia

4
26
ottobre

La tecnologia è utile per l’essere umano comune e direi quasi indispensabile per i disabili. Grazie ad essa nel tempo si è potuto accedere a servizi prima inaccessibili. Uno di questi è sicuramente il treno. Sotto vediamo come l’avanzamento tecnologico renda di enorme semplicità e comodità il salire sul treno regionale di Campiglia M.mma verso Pisa:

Che ne dite? lo so, non immaginavate che già adesso si potesse usufruire di tali tecnologie, vi abbiamo stupito 😉 La manovella è veramente da stazione spaziale!

Parlando seriamente, un grazie va all’uomo e la signora che fanno assistenza con grande gentilezza e attenzione, oltre che essere spiritosi, da buoni toscani. 😉


Servizio Auto sostitutiva per disabili a Livorno

2
26
settembre

Oggi voglio parlarvi di un servizio molto utile, la possibilità di noleggiare un auto attrezzata alla guida per disabili. Ho conosciuto il Sig.re Fabrizio Torzi dell’Associazione Paraplegici di Livorno che gentilmente mi ha fornito il materiale per potervi presentare ciò di cui accennato sopra e non solo:

Colpo d’Ali” e “Progetto Auto Per Disabili PAD” un progetto per un’ autonomia ritrovata , servizio di auto sostitutiva multi adattata e scuola guida pratica per disabili.

Abbiamo acquistato e poi modificato quattro auto  ed un monovolume Kia Carnival per offrire ai nostri associati dei mezzi con particolari dispositivi di guida adatti ha chi vive una minorazione fisica. Un parco mezzi che risponde alle esigenze di para-tetra-emiplegici e/o disabili agli arti inferiori e/o superiori che necessitano di un mezzo speciale per svolgere lezioni di guida pratica o che , possessori di patente di guida, richiedono un mezzo sostitutivo. Da  pochi mesi abbiamo arricchito il parco mezzi con un QUADRICICLO a motore con comandi manuali per conseguimento della patente cat. A speciale e per vivere, così,  in piena libertà ed autonomia quelle zone altrimenti inarrivabili vivendo una disabilità.

In più offrono il servizio “Navetta Amica”, monovolume per guida e trasporto disabili; un progetto pilota che vede alla guida di un mezzo molto particolare, semi automatizzato, un autista disabile possessore di patente di guida speciale.

Costui si adopera per un servizio di trasporti taxi rivolto a persone anziane e/o disabili che necessitano di un mezzo speciale di trasporto. Tale monovolume è infatti allestito in modo da avere un sollevatore/ascensore per salita e discesa di carrozzine.

Il servizio di  auto sostitutiva multi adattata per disabili possessori di patente di guida speciale con consegna di veicoli modificati per guida KIVI e GUIDOSIMPLEX ha il costo di 30.oo € al giorno per autovetture come la Punto e Grande Punto, mentre si richiedono 55.oo€ al giorno per il Monovolume adattato sia per la guida che per il trasporto. I  servizi  si erogano ai soci di diritto regolarmente iscritti con una  tessera associativa di 50,oo € annua – servizio di scuola guida per pratica con mezzi multi adattati per il conseguimento di patente di guida categoria B Speciale ed A Speciale, un nostro volontario aiuta i soci con foglio rosa all’utilizzo dei dispositivi di guida  e la corretta  conduzione del mezzo con un’elargizione di 20.oo € per un’ora di guida pratica.

monovolume adattata disabili

Indirizzo e contatti:

Viale Alfieri 36 c/o ospedali riuniti – Livorno

TEL./FAX – 0586 223044
Cell. 331.2159281334.8336581

e-mail: info@paraplegicilivorno.com


EasyJet non accetta disabili senza accompagnatore?

6
18
agosto

Così sembrerebbe:

ROMA – Giuseppe Trieste, presidente della Fondazione italiana per l’abbattimento delle barriere architettoniche, ha presentato una denuncia contro la compagnia aerea EasyJet perché non ha potuto imbarcarsi sul volo Malpensa-Lamezia Terme. «Ho fatto la mia regolare prenotazione segnalando di essere una persona in carrozzina e nessuno mi ha ha detto nulla», racconta Trieste. «Al check in mi hanno detto che senza accompagnatore la compagnia non accettava persone disabili. Una cosa assurda, sono quarant’anni che volo e non ho mai avuto problemi di nessun tipo. Le mie proteste non sono servite a nulla: ho provato a chiamare il responsabile della compagnia e anche il responsabile dell’Enac di Milano, ma se ne è lavata le mani dicendo che è una decisione della compagnia», prosegue Trieste nel suo racconto.

(Continua…)


Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili
Chi siamo

“Diversamente Agibile” nasce dal presupposto che nessuno meglio di chi ne usufruisce può recensire un servizio.

In questo caso si parla di accessibilità a strutture e attrazioni turistiche in genere (hotel, bar e ristoranti, musei, ecc...).

Ecco l'idea creare questo sito/blog dove raccogliere tutte le esperienze di persone disabili, con reportage scritti, fotografici e filmati dei loro viaggi, in modo da fornire informazioni utili ad altri disabili che vogliono frequentare gli stessi posti. Ovviamente ci potranno essere anche note negative se vi sono incontrate barriere architettoniche o disservizi. La collaborazione è il cuore di questo progetto.

Inoltre le strutture stesse ci possono informare sulla propria accessibilità, offrendo però qualcosa in più della semplice segnalazione che vediamo in molti siti web...

continua a leggere

Pagina Facebook
Omaggio ai nostri Soci
La nostra visita alle cantine di Montalcino al Castello Banfi
Alle Cantine di Montalcino