chiudi


Google+

La Barcellona di Lucia

13
febbraio

Ecco il racconto di Lucia, ragazza disabile in carrozzina, che ci descrive il viaggio a Barcellona e l’accessibilità di questa splendida città. Ecco il racconto:

Dato che non sarò né la prima, né l’ultima,  a riportare feed-back positivi dalla splendida capitale catalana ti racconterò soprattutto le parti del mio viaggio che si differenziano dai racconti degli altri viaggiatori.

Innanzi tutto l’alloggio: ho prenotato una camera doppia con bagno attrezzato presso l’Hostal Barcelona.

www.barcelonahostal.com

La camera era molto spaziosa, c’erano addirittura 4 letti.

Il bagno, spazioso, presentava un piccolo lavandino, il gabinetto senza doccetta, un ampia doccia a pavimento. Nel sito si può vedere la foto del bagno.

La camera era al primo piano, per salire l’ascensore è abbastanza spazioso.

La sala della prima colazione è nel seminterrato non accessibile ma era possibile consumare la colazione nella sala comune dove c’erano divani, tavolini, televisione e connessione wi-fi. La sala comune è accessibile con una comoda rampa.

L’entrata dell’hostal non presenta gradini.

Dato che a Barcellona ci sono arrivata in aereo a brodo della mia carrozzina manuale ho pensato bene di noleggiarne una elettrica. Non poteva venirmi idea migliore, anche perché dopo pochi giorni di vacanza la mia compagna di viaggio si è ammalata (tonsillite catalana) e senza la carrozzina elettrica non avrei goduto di nessuna autonomia. Invece per 4 giorni me ne sono andata in giro a scorazzare sola soletta per la città, visitando musei e addirittura prendendo l’autobus da sola!

Ma andiamo per ordine: la carrozzina elettrica l’ho noleggiata via mail su questo sito.

www.cosmoscooter.com

La consegna è avvenuta a domicilio, presso l’hostal. In perfetto orario come concordato è entrata nella sala comune dove stavo facendo colazione una sorridente ragazza a bordo della “silla de ruedas elèctrica” per me. Ho strisciato la carta di credito e mi sono accordata per la riconsegna: l’ultimo giorno sono venuti a ritirare la carrozzina nella hall dell’hostal mentre io me ne stavo tranquillamente in camera a dormire, senza nessun problema.

carrozzina elettrica noleggio barcellona

Insieme alla carrozzina mi hanno consegnato un utile promemoria con i numeri di telefono di emergenza, tra cui il numero della compagnia di taxi attrezzati per il trasporto disabili. Basta prenotare la corsa e sei tranquillo di poter andare ad esempio all’aeroporto senza staccare il sedere dalla tua carrozzina. Servizio leggermente costoso ma molto efficiente.

www.taxi-amic-adaptat.com

Mi accomodo a bordo della poltroncina elettrica, che si regola anche in altezza.

Per andare sul Monjuic, la strada è piuttosto in salita ma il mio bolide a noleggio l’affronta senza problemi.  Sconsiglio di farla a piedi con una carrozzina manuale.

Il museo della Fondazione Mirò è totalmente accessibile, ci sono rampe dappertutto. Buono anche il ristorante del museo.

Merita una breve visita il centro commerciale  Mare Magnum, completamente accessibile.

maremagnum accessibile

Altri musei che ho visitato senza problemi con la carrozzina elettrica:

  • Museo Picasso: piano terra senza gradini, primo piano con ascensore
  • Museo Nazionale Arte Catalana: da là il panorama è stupendo ma come per il Museo di Mirò per arrivarci a piedi bisogna fare una bella camminata in salita. Per entrare ci sono dei montascale molto comodi azionati da gentili operatori. Basta rivolgersi al personale di sorveglianza.
  • Centro de Arte Santa Monica: anche qui non mancano rampe e ascensori.
  • Museo Arte Contemporanea Barcelona MACBA: super accessibile, merita anche solo per la struttura architettonica perché non ci sono le scale per salire ai piani superiori ma delle infinite rampe; in alternativa, per risparmiare fatica o energia elettrica della carrozzina , c’è un comodo ascensore.
  • Museo di Catalogna: innanzi tutto è gratis sia per le persone disabili che per gli accompagnatori, totalmente accessibile fin su alla terrazza panoramica. Davvero interessante.

Inoltre sono riuscita a visitare:

Il Parlamento Catalano, all’interno della Ciutadella

Parco Guel, anche se presenta qualche problema di accessibilità

Centro Commerciale  Corte Inglès: 7 piani di shopping, in Plaça Catalunya

Infine mi sono goduta una bellissima passeggiata sul lungomare di Barceloneta, dove le carrozzine si muovono liberamente, fino a raggiungere quasi la riva del mare grazie alle passerelle in legno.

Spiagge Accessibili

Gli autobus accessibili di Barcellona:

Foto autobus accessibili Barcellonan.d.r

Ringraziamo Lucia per le preziose informazioni e stimoliamo tutti i nostri lettori a mandarci i loro racconti.


  • Manuela

    Ciao Lucia,
    sto organizzando alcuni giorni a Barcellona con un’amica, sto cercando un alloggio economico ma con stanza e bagno attrezzati, ti chiedo come ti sei trovata all’Hostal Barcelona (pulizia della camera, ubicazione della struttura, distanza dal centro).

  • Lucia

    Ciao Manuela,
    l’Hostal è una pensione senza pretese.
    Pulito, affacciato su una zona pedonale molto vivace, piena di locali all’aperto ma anche di immigrati che passano la serata in strada, con i bambini che si rincorrono e i ragazzi che scherzano rumorosamente.
    In un quarto d’ora a piedi si arriva sulle Ramblas. La zona è anche ben servita dagli autobus, tutti assolutamente accessibili.
    Sconsiglio la colazione in hostal perchè non ne vale il costo.

  • Riccardo Corradino

    Arrivare al Montjuc, mi spiace dirlo, ma non è proprio così semplice come potrebbe sembrare!
    Dalla città sono alcuni chilometri di ripida salita (che comunque si possono fare con mezzi pubblici oppure funicolare) e, una volta arrivati sulla vetta, c’è una pavimentazione di ciottoli piuttosto sconnessi… per cui ci si prepari spiritualmente allo sballottamento. L’accesso alla roccaforte è davvero molto molto ripido internamente! Comunque si può godere di una bella panoramica esterna.

  • Manuela

    Sono rientrata da qualche giorno da Barcellona, confermo quanto detto da Lucia riguardo l’Hostal Barcolona.
    In generale una città molto accessibile, in quattro giorni di soggiorno non ho avuto nessun problema.

    • Ciao Manuela, grazie del tuo commento 😉 se ti andrà di scriverci il tuo reportage con foto, se vuoi, puoi inviarci il materiale qui: admin@diversamenteagibile.it

      Un Abbraccio.

  • Ciao Lucia devo andare a barcellona vorrei sapere le spiage sono accessibile con la possibilità di affittare lo sdraio in pedana

  • quanto costa affittare la carrozzina elettrica,per 7 giorni ?

  • lucia

    Nel hostal Barcelona ho trovato un camera molto spaziosa. Ottima posizione rispetto al centro e ai trasporti pubblici. Sono tornata a Barcelona altre due volte e ho dormito presso Ibis hotel chiedendo la camera per disabili, che consiglio. Meno vicino al centro ma comodo l’accesso alla metropolitana. E’ un’ottima alternativa all’hostal se non trovassi libero lì.

Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili