chiudi


Google+

Marinando: il mare senza barriere

24
febbraio

Il Turismo Accessibile non è solo quello di terra, ma anche di mare! nei viaggi per disabili non devono certo porsi limiti del genere. Un nostro lettore ci ha inviato una segnalazione che riportiamo con piacere:

Sono un disabile su sedia a rotelle e sono inserito nella vostra news e trovo molto interessate le informazioni che date e per questo volevo darvene una io.

A Rimini e a Marina di Ravenna l’Associazione onlus MARINANDO ha 2 sedi per la vela per disabili e non vedenti con volontari e skipper con formazione U.V.S. (Unione Italiana Vela Solidale) di cui Marinando è membro.

Vi allego la presentazione dell’associazione e la sua progettualità. Stiamo lavorando in un progetto per il turismo accessibile dove nel pacchetto venga dato anche la possibilità di uscite in mare con mezzi e persone adeguate.

Visitando il sito web si possono avere tutte le informazioni, inoltre vi chiedo di informare che chiunque è interessato e voglia farsi un giro nelle nostre zone c’è la possibilità di avere una base nautica attrezzata.

Alcuni dettagli dell’Associazione Marinando:

MARINANDO si rivolge a tutte le persone che si ritengono escluse dall’utilizzo della navigazione a vela con particolare attenzione alle disabilità motorie attraverso il coinvolgimento di associazioni e strutture ospedaliere del territorio.

L’Associazione si rivolge parallelamente a preadolescenti/adolescenti dell’area penale. In particolare a minori sottoposti ad articolo 28 (messa alla prova), articolo 21, articolo 47 e a misure alternative/sostitutive della pena o comunque a provvedimenti che prevedano una durata almeno annuale per garantire continuità ed efficacia degli interventi

FINALITA’ DELL’ ASSOCIAZIONE

L’Associazione Marinando ha tra gli scopi quello di raccogliere, promuovere e coordinare le attività delle Associazioni che utilizzano la navigazione a vela, con l’intento di migliorare la qualità di vita di quanti sono al margine della collettività per motivi fisici, mentali o sociali.

In buona sostanza si vuole creare un punto di riferimento per le iniziative che si sono moltiplicate negli ultimi anni, per gli operatori, per i volontari, per i pazienti, ma anche e soprattutto per le Istituzioni e gli Enti che svolgono il loro lavoro all’interno dell’area del disagio.

La navigazione a vela, intesa come “ecosistema educativo”, costituisce da tempo un valido strumento d’intervento nelle disabilità e nell’emarginazione sociale.

Far parte di un gruppo che manovra una barca in alto mare, che ne controlla le vele, che si relaziona con gli altri per le esigenze del ristretto spazio di bordo, aiuta a ricollocare l’individuo all’interno di uno spazio di “vivibilità”, lo spinge a riconsiderare il proprio apporto alla comunità, a ricevere l’aiuto degli altri, a sentirsi parte attiva nella conduzione di un mezzo comune, la barca.

Per la presentazione completa potete scaricare il file PDF cliccando qui: MARINANDO

Questo è il sito web di riferimento:

www.marinando.org

Grazie di cuore per la segnalazione!


Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili