chiudi


Google+

Reportage sulla nostra presenza al BTO di Firenze

21
novembre

Eccoci a parlarvi della bellissima e utile partecipazione del nostro progetto al B.T.O di Firenze, diventata la rassegna più importante d’Italia riguardo il turismo sviluppato online.

Il tutto è iniziato in estate quando Laura (Staff B.T.O) mi ha contattato per invitarmi alla manifestazione, con mia grande sorpresa, visto che eravamo online da poco tempo. L’idea però era già stata adocchiata e piaciuta, soprattutto perchè riempe un vuoto importante, quello delle informazioni sul turismo accessibile.

Accettata con entusiasmo la proposta ci tuffiamo in quella che risulterà un’esperienza oltre che bellissima anche molto utile al nostro progetto.

foto bto di firenze

Visto? la location è splendida, molto curata e professionale. Il personale preparato e attento ad ogni particolare e gli organizzatori sono fantastici! Giancarlo, Robert e tutto lo Staff, serietà ma anche sapersi prendere in giro e dimostrare che si può essere a grandi livelli di professionalità senza perdere la sobrietà, il sorriso e il contatto anche giocoso con il mondo del marketing… basta guardarli nel video di presentazione:

Che mattacchioni! consideriamo anche che questo è un ottimo modo per promuovere un evento, in gergo si chiama “video virale”, un qualcosa di divertente che per questo viene passato rapidamente da persona a persona, da blog a blog.

Grazie a questo evento abbiamo avuto modo d’incontrare molti rappresentanti di strutture alberghiere accessibili, agriturismo accessibili, case vacanze accessibili ecc. e pure i grandi portali del turismo online, da expedia a toscanaeturismo. Abbiamo raggiunto accordi per sinergie e collaborazioni e soprattutto scoperto nuove strutture molto belle e accessibili da poter recensire e inserire!

Sotto un breve video di alcuni momenti al B.T.O

Tutto questo è la dimostrazione che con un po’ di fantasia e faccia tosta si può organizzare realtà utili e importanti per il mondo dei disabili. L’importante però è anche la collaborazione tra i disabili stessi, altrimenti si perde molto di quell’energia con cui viaggia il nostro progetto.

Noi facciamo il possibile, il resto tocca anche a Voi.

Un grazie anche a Simona e Sara


Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili