chiudi


Google+

Censimento Agriturismo accessibili

8
ottobre

Lucio Colavero di Toprural mi ha inviato un censimento dell’accessibilità riguardo gli Agriturismi recensiti nel loro database. Partendo da questa interessante e utile iniziativa, abbiamo deciso di collaborare per dare ulteriore dettagli sulle tipologie di accessibilità e offrire il maggior numero di informazioni in tal senso.

Iniziamo con il dire che visto la categoria di struttura è spesso più complesso offrire accessibilità, in genere gli Agriturismi sono collocati in edifici rustici, giustamente direi. Questo però non preclude che con fantasia e impegno si possa rendere accessibili a disabili anche queste splendide strutture. Certo che almeno per quanto riguarda la percentuale scoperta da Lucio, non è che ce ne siano molti, ma parlarne può sicuramente incentivare altri.

Iniziamo a leggere il censimento inviato dal nostro amico:

08 ottobre 2009 – La legge quadro nazionale 2006, all’interno della quale si sono sviluppate le nuove regolamentazioni regionali in materia di agriturismi, impone agli stessi il superamento delle barriere architettoniche tramite “opere provvisionali”. Si cerca così di indirizzare i finanziamenti all’attività agrituristica verso l’offerta di servizi fruibili da chiunque, con particolare attenzione ai disabili.

Ma quanti sono gli agriturismi in Italia che si impegnano nell’abbattimento delle barriere architettoniche?

Toprural ha svolto uno studio sul proprio archivio, che ad oggi raccoglie 12298 strutture agrituristiche sulle circa 19.000 segnalate sul territorio nazionale, tracciando una mappa nazionale della situazione e segnalando quattro strutture rurali, nelle regioni al vertice della classifica, esempio di modernità e sensibilità.

Ad oggi, 5 ottobre 2009, su 12298 gli agriturismi recensiti da Toprural e di questi 2041 (il 16.6% del totale) dichiarano la possibilità di ospitare persone diversamente abili, avendo adattato la struttura, i servizi e l’accesso ad una mobilità ridotta.

La presenza in percentuale interna alla regione. Notiamo come la regione che in percentuale offre più strutture rurali adattate alle esigenze dei diversamente abili, in proporzione al numero totale degli agriturismi presenti sul suo territorio, sia il Friuli-Venezia Giulia con quasi il 32% di strutture accessibili.

Seguono Basilicata (30%) e Sicilia (28,3%), nelle ultime posizioni Campania (7%), Trentino (8,6%) e Lombardia (con il 9%).

La presenza in numero assoluto sul totale nazionale. Se invece consideriamo questa cifra in numero assoluto rispetto alla totalità degli agriturismi recensiti da Toprural sul territorio nazionale (12298 al 5 ottobre), vediamo come la regione che dimostra maggior sensibilità al tema sia l’Umbria, dove sono 399 le strutture rurali abilitate ad ospitare disabili, seguita da Toscana con 277 agriturismi e Piemonte che ne offre 229.

Ultima si riconferma la Campania che di agriturismi abilitati ne offre 25, e la Basilicata con 36 strutture.

Ecco la Tabella di Toprural:

censimento agriturismo accessibili a disabili

Si può far meglio, che ne dite? compatibilmente con la difficoltà oggettiva riguardo questo tipo di struttura, penso proprio si possa alzare la percentuale.

Noi ringraziamo di cuore Lucio e Toprural per questo censimento, ma la collaborazione non finisce qui. Nei prossimi giorni “spulcieremo” ad uno ad uno gli agriturismi che si dichiarano accessibili e cercheremo di ottenere molte più informazioni da parte loro per avere una visione nel nostro stile di come e quanto sia accessibile ogni struttura.

Grazie a questo censimento avremo un mezzo in più per continuare e magari avere collaborazione da parte degli agriturismi, come a suo tempo fece l’azienda agrituristica Cascina Sant’Eufemia in questo articolo.

ndr I dati sono stati forniti da persone e siti mensionati nell’articolo di cui non ci assumiamo responsabilità e facciamo anche presente che i disabili non sono creati con lo stampino e quindi ci possono essere delle esigenze differenti anche con malattie simili.


  • Clementina

    Bisognerebbe che le strutture abilitate venissero pubblicizzate dagli enti locali (comuni, regioni e province), con manifesti, riviste.. chissa’ che questo non spinga gli altri ad adeguarle…

  • Buongiorno Maximiliano,
    grazie a te, prima di tutto, per aver voluto diffondere i nostri dati, che speriamo risultino utili alla sensibilizzazzione sul tema.
    Mi complimento inoltre per il portale e per la forza e l’entusiasmo che, si nota, ci metti dentro.
    Un saluto e grazie ancora,
    Lucio

  • Franco & Giusy

    Per due amanti dell’agriturismo come noi mi sembra un’ottima iniziativa quella lanciata. Fra le nostre esperienze positive citiamo:
    Toscana: Agriturismo La Topaia, Agrutirismo Terre di Baccio entrambi a norma con i bagni e senza barriere; Agriturismo Il Melograno, Agriturismo Poggiocucco poche barriere tra camere e zona pranzo, bagno in camera non a norma ma utilizzabile con un po’ di adattamento, (cucina STREPITOSA per entrambi)
    Umbria: Il Casale degli amici poche barriere tra camere e zona pranzo, bagno in camera non a norma ma utilizzabile, Oasi Verde Mengara poche barriere tra camere e zona pranzo, bagno in camera non a norma ma utilizzabile.

    Ciao a tutti

  • Ciao Clementina, sarebbe una bella cosa ma non credo che certi enti spenderebbero soldi così, purtroppo. Però già il parlarne in un sito come il nostro può stimolare. Tu spargi la voce che ci siamo 😉

    Ciao Caro Lucio, grazie a te!

    Ciao Franco e Giusy!!! Bè, la Toscana è famosa per gli Agriturismi e mi fa piacere che ce ne siano di accessibili. Li chiamo tutti e sento se possiamo avere tutti i dettagli con foto 😉

    Come sta Giusy? Un abbraccio.

Esplora il sito

Sponsor
Soluzioni bagni disabili